Arrivederci.

novembre 30, 2009

Che bello scrivere e che bello farlo attraverso un blog!

Fino naturalmente a finire… Tutto termina o forse si interrompe solamente, l’importante è accorgersene. Ed io mi sono accorto che personali e nuove forme di “elaborazione” vivrebbero male qui, così come tanti nuovi impulsi, nuove idee, pensieri diversi a cui dare una forma, un tempo, una scrittura diversi da quelli che prenderebbero vita attraverso un blog…

E’ stata questa un’esperienza meravigliosa, proprio come l’avevo immaginata, a tratti però sorprendente, catartica, sicuramente formativa… un posto gnomesco: profondo e stretto come un cunicolo ai piedi di un albero,… dove mi è capitato… di fermarmi a riflettere e a scambiare impressioni, a crescere e a stare, e a trasformare tutto questo in parole…

Una sorta di diario che però è stato molto più di un libro: forse il punto dove gli opposti presenti in un uomo si scontrano e si baciano, fanno all’amore e litigano come pazzi… Resterà così, con quest’ultimo post sempre visibile, insieme con tutti gli altri, come tanti granellini di sabbia a offuscarmi la vista, a non farmi vedere le cose come veramente sono, come sono per gli altri…

Arrivederci!

Nicola.

12:49 pm


Annunci

Eccolo qua il Cristo.

novembre 8, 2009

Stefano Cucchi

Appendete questo alle pareti, se ne avete il coraggio. E questo insieme a tanto altro; affacciatevi alla finestra, scendete in strada: di sosia ne troverete milioni e milioni, a tal punto che tutte le pareti di questa terra non vi basteranno.

Non vi sembra questa, miei cari difensori della “cultura occidentale”, l’immagine del Cristo ammazzato, magari quella della migliore reliquia in legno che vi affannate ad appendere alle vostre bianche pareti grondanti odio?

Nicola.

6:30 pm

“Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che pulite l’esterno del bicchiere e del piatto mentre all’interno sono pieni di rapina e di intemperanza. Fariseo cieco, pulisci prima l’interno del bicchiere, perchè l’esterno diventi netto!”

(Matteo 23, 25-26)